eLunEur, tutte le novità del parco giochi di Roma

Sono passati ben otto anni da qualche la ruota panoramica del LunEur, uno dei simboli più rappresentativi del paesaggio romano, ha smesso di muoversi, lasciando la Capitale senza neppure il suo storico parco giochi. Fortunatamente però, proprio in questi giorni, si è tanto parlato della riapertura del LunEur, che è stato totalmente ristrutturato e ricostruito, ridando nuova vita ad un luogo che era in completo stato di abbandono. Dopo l’inaugurazione dello scorso 27 ottobre, finalmente anche i Romani hanno avuto l’occasione di vedere un parco giochi al passo con i tempi, che poco a che fare con le vecchie giostre che lo popolavano.

L’intero LunEur è infatti stato studiato e realizzato per far divertire i bambini più piccoli, che vanno da zero fino a dieci anni. Addio quindi alle attrazioni adrenaliniche, che hanno lasciato spazio a nuove giostre, labirinti, percorsi di avventura, giochi gonfiabili e playground (qui uno dei più grandi produttori italiani), cambiando totalmente il volto dello storico lunapark capitolino. I bambini di oggi avranno addirittura la possibilità di seguire un laboratorio botanico o di partecipare ad una favola interattiva, interpretando così un personaggio quasi si trattasse di un gioco di ruolo. E che fine hanno fatto le vecchie attrazioni del LunEur allora? Alcune sono state completamente smantellate perché ridotte in pessimo stato, mentre quelle più storiche (emblema del parco giochi che fu) sono state reintegrate all’interno della nuova struttura, a testimoniare che il parco giochi è nuovo, ma non dimentica affatto la vecchia storia che c’è alle sue spalle.

Stupisce la nuova moderna concezione che regala il lunapark romano, che non è più soltanto il luogo dove provare attrazioni da brivido, ma diventa piuttosto il posto dove trascorrere il sabato o la domenica in famiglia. I genitori infatti possono godersi tranquillamente la giornata in compagnia dei loro bambini, che potranno muoversi liberamente tra un gioco e l’altro, tutti sicuri e divertenti. La vera novità del LunEur sta infatti proprio nell’interazione tra bambino e gioco stesso. È un parco giochi costruito sulla fantasia e sulla creatività, che nulla han a che vedere con il brivido e l’adrenalina, ma che punta invece a costruire un’esperienza che i bambini possano ricordare. Ed i grandi con loro. Un po’ come è accaduta con la splendida ruota panoramica del lunapark, nei ricordi di tutti i bambini delle generazioni passate.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *