Benessere e salute: il massaggio professionale e terapeutico

Nonostante la crisi economica che ha interessato l’Italia negli ultimi anni e la difficoltà di tante attività a sopravvivere, il settore della salute e del benessere non solo ha resistito ma è in costante e continua crescita ed ascesa. Le strutture che si occupano di cura della persona, fornendo il servizio di massaggi a vario scopo estetico e terapeutico, sono alla continua ricerca di personale qualificato, capace e specializzato.

Il massaggio è una tecnica antichissima, utile e propedeutica alla salute, alla bellezza ed al relax: tre cose alle quali difficilmente si rinuncia al giorno d’oggi. Gli operatori di massaggio sono figure professionali molto ricercate, soprattutto se dotate di ottime capacità tecniche, sensibilità e naturali doti di empatia e di contatto col pubblico.

Oggigiorno, scegliere di specializzarsi, ed incanalare il proprio percorso professionale, in questo settore è sicuramente un’opzione vincente, che apre diverse porte a lavori e carriera in un ambito che promette grandi soddisfazioni ed ottimi guadagni. Per potersi lanciare nel mondo del lavoro del massaggiatore, però, è necessario aver frequentato dei corsi validi: la concorrenza è spietata ed il successo dipende dalla propria preparazione e formazione.

L’operatore di massaggio è una figura professionale che ha studiato le tecniche di massaggio, sia in teoria che in pratica applicata. I massaggi più richiesti, in questo preciso momento storico, sono tendenzialmente di tre tipi.

Il primo è quello che promuove il rilassamento psicofisico, dei quali fanno parte i massaggi della tradizione culturale orientale, come lo shatsu o il massaggio ayurvedico: abbinati alla manipolazione si possono includere trattamenti della medicina dolce, come l’aromaterapia, la cromoterapia o la musicoterapia.

Questo consentirà di offrire al proprio cliente un’esperienza più totalizzante, che agisce non solo a livello fisico ma, anche e soprattutto, a livello emozionale e psicologico, promuovendo la sensazione di benessere e relax, che aiuta a dissipare contratture e problemi dovuti allo stress.

Il secondo tipo di massaggio richiesto ad un bravo operatore del settore è quello estetico, sia per il viso che per il corpo, volto a neutralizzare i cuscinetti adiposi, la cellulite, la ritenzione idrica, le rughe ed i segni di espressione.

Infine, un bravo massaggiatore deve conoscere le basi del massaggio terapeutico, che aiuta a controllare i sintomi dei dolori muscolo-osteo-articolari, promuovere la guarigione in caso di situazioni di post-trauma e prevenire la cronicizzazione di patologie quali: cervicale, sciatalgia, lombosciatalgia, tendinite e molte altre.

Se si è appassionati di salute, benessere e bellezza, scegliere di diventare un operatore di massaggio è, senz’altro, un’ottima idea per coniugare passione e professione, con ottime possibilità di carriera, assunzioni e guadagni soddisfacenti.

A questo proposito, si può dare un’occhiata al sito Accademiamassaggi.it, che propone, su Roma, dei corsi professionali per diventare operatori di massaggio. I corsi sono volti alla formazione di personale qualificato. Prevedono sia parti teoriche che pratiche e sono tenuti da insegnanti con decennale esperienza nel settore, pronti a svelare ai loro allievi i più importanti segreti del mestiere. Scopri di più sui corsi organizzati dall’Accademia a Roma.

Essere in possesso di un attestato di frequenza di un corso professionale e riconosciuto a livello nazionale, è un requisito essenziale per essere assunti in una struttura o per poter avviare la propria carriera da libero professionista.

Un operatore di massaggio può lavorare: presso i centri estetici, le palestre, le Spa, le piscine, le strutture termali, gli studi di fisioterapia e di medicina estetica. Inoltre, può scegliere di aprire la partita iva e diventare imprenditore di se stesso, prestando i suoi servizi ad una cerchia di clientela fidelizzata o aprendo un proprio centro massaggi.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *